La ragazza che giocava a scacchi ad Auschwitz, di Gabriella Saab (recensione)

 



L’incipit di questo romanzo è l’apertura di una partita a scacchi. Ma la voce narrante, una prima persona femminile, ci rivela subito che la scena non si svolge in un luogo qualsiasi. I contendenti si sono dati appuntamento nel posto in cui si sono conosciuti: il campo di sterminio di Auschwitz, ormai abbandonato dai nazisti. Ad una data in cui lei non è più la prigioniera, lui non è più il suo crudele aguzzino. La guerra è finita. Non sappiamo quale sia la posta in gioco della partita. Sappiamo soltanto che la protagonista esegue le proprie mosse tenendo l’altra mano su una pistola.

Leggi la recensione su Thrillernord

 

Autore: Gabriella Saab

Editore: Newton Compton

genere: storico

pagine: 448

anno di pubblicazione: 2022

Link acquisto: https://amzn.to/385nj8y

 

Commenti

Post popolari in questo blog

L'eleganza del killer, di Paolo Roversi (recensione)

Il caso Di Matteo, Corinna Schmidt (recensione)